Fase 2: mobile e sicuro, ‘Salvamamme’ rafforza sostegno famiglie


(AGI) – Roma, 19 mag. – E’ stato presentato oggi, nello spazio antistante il Family Support centre di C.R.I. e Salvamamme, il progetto ‘Salvamamme: famiglie in emergenza’. Finanziato dalla Regione Lazio, il progetto prevede che, oltre alla distribuzione di generi di prima necessità, compresi prodotti per l’igiene e per l’infanzia, vengano reimmessi fondi
nell’ambito della comunita’ regionale secondo il principio dell’economia circolare.
I prodotti distribuiti saranno infatti acquistati da filiere regionali, grazie ad un accordo con Arsial, e da filiere nazionali presenti nelle grandi distribuzioni.
“Coniugare aiuti e sicurezza e’ la strada da seguire sia per continuare a sostenere chi ha bisogno sia per sensibilizzare tutti anche attraverso il volontariato ad avere comportamenti responsabili. Grazie ancora una volta a Salvamamme per l’esempio di solidarietà che rappresenta ormai
da tempo e che vede questa realtà insieme alla Croce Rossa molto presente sul nostro territorio”, ha detto Federico Bonadonna, direttore della Croce Rossa Italiana Roma e Area Metropolitana nel portare i suoi saluti ai presenti, seguito da Alessandra Sartore, assessore al Bilancio, Demanio e Patrimonio Regione Lazio, che ha affermato: “Sono state 249 in totale le associazioni che hanno risposto all’avviso pubblico della Regione e siamo riusciti a soddisfare tutte le domande con un finanziamento complessivo di 4,57 mln di euro.
Un contributo, per un massimo di 200 mila euro a progetto, per dare respiro agli enti del terzo settore che quotidianamente si occupano di assistenza alle persone, alla distribuzione di beni di prima necessità e di prodotti per l’infanzia per le famiglie più bisognose”.
Antonio Rosati, presidente Arsial, ha parlato di “un’iniziativa a cui partecipiamo con gioia e con l’idea di supportare l’economia di prossimità che oggi piu’ che mai diventa una strada da perseguire per una produzione ed un consumo più sostenibile”. “Insieme a Salvamamme creiamo una rete indispensabile perche’ nessuno resti solo”, gli ha fatto eco Paolo Masini, referente del Progetto, che ha sottolineato:
“I prodotti distribuiti saranno acquistati da filiere regionali grazie ad un protocollo d’intesa con Arsial e da filiere
normali presenti nelle grandi distribuzioni”.
Marta Bonafoni, delegata dell’assessore alle Politiche Sociali, Welfare ed Enti Locali, ha invece rilevato che “ancora una volta, l’alleanza tra società civile e regione si dimostra la carta vincente per combattere l’aumento delle disuguaglianze che questa pandemia ci ha fatto conoscere in tutta la sua durissima realtà.
Salvamamme rappresenta in questo una grande risorsa ed una eccellenza per la nostra regione”.

Grande novita’, la presentazione di ‘Salvamamme sicurezza con amore’ un originale, articolato ed innovativo servizio mobile di distribuzione degli aiuti con
“infection control”, nato dal cuore dell’Associazione e pensato con la finalita’ di garantire la consegna degli aiuti senza alcuna preoccupazione di ordine sanitario: “Si tratta di un artigianale fortino ‘anti-covid’ dove servire in sicurezza le nostre famiglie, un ufficio mobile pieno dei cuori di Salvamamme ad esprimere, al di là degli abbracci vietati, la nostra vicinanza ed il nostro affetto”, spiega Grazia Passeri, presidente di Salvamamme, che, relativamente al progetto ‘Famiglie in emergenza’, aggiunge: “Noi vogliamo condividere con tante realta’ vicine, pubbliche e private, il privilegio di poter acquistare alimenti, prodotti per l’igiene e altri mezzi di aiuto per tante persone. Per massima trasparenza pubblicherò ogni quindici giorni le fatture di quanto acquistato”.
“Si tratta di un aiuto rivolto per vari mesi per mille
utenti valutabile in circa duecento euro a persona e
comprensivo di una logistica complessa e pesante che
raggiungera’ tutti i capoluoghi della Regione – ha osservato ancora – Come sempre cercheremo di implementare sia il numero dei destinatari che l’entita’ dei beni consegnati”.
“In questo particolare momento per la nostra nazione, determinato dalla diffusione del Covid 19, ci siamo sentiti coinvolti in primis come poliziotti e poi come appartenenti alla societa’ italiana, e quindi abbiamo aderito con grande
entusiasmo al progetto dell’associazione per portare assistenza alle persone ed alle famiglie in grave difficolta’ socio
economica fedeli, come sempre, al mandato della nostra Amministrazione di vicinanza alla cittadinanza”, ha detto invece Massimo Maurotto, commissario coordinatore Fiamme Oro Rugby della Polizia di Stato, che da diversi anni sostiene i
progetti di Salvamamme, e che, affiancato da Massimiliano Bizzozero, responsabile dei progetti sociali, ha concluso il suo intervento con la lettura di un commovente messaggio di Roberto, un papa’ al quale avevano consegnato degli aiuti:
‘E’ incredibile questa Italia… Mi trovo a dover elogiare dei
rappresentanti delle forze dell’ordine Polizia di Stato che, facendo ben oltre il loro lavoro, mi consegnano un pacco con ben di dio oltre le mie aspettative.
Il tutto in una maniera veramente anonima.
Che Dio vi renda merito di cio’ che in questo momento state facendo per me'”.
Grazie al supporto di Prontotaxi 6645 e l’Associazione HP Bikers Team ‘Angeli in moto’ anche in questa fase continuerà la consegna a domicilio per le persone non autosufficienti, per famiglie con bambini fragili e particolarmente a rischio di
contagio, per le donne partorienti o che hanno appena avuto un bambino. (AGI)

Categorie:#coronavirus, economia, famiglia, Sociale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: