OSTIA. PROCESSO SPADA, FU MAFIA PER RICORSO A VIOLENZA E OMERTÀ


(DIRE) Roma, 28 gen . – “Il sodalizio si connota come di stampo
mafioso per il sistematico ricorso a mezzi violenti e
intimidatori tali da generare un diffuso stato di assoggettamento
e di omertà”. È quanto scrivono i giudice della Corte di Assise
dei Roma, che lo scorso 24 settembre ha condannato 17
appartenenti ed affiliati al clan degli Spada, infliggendo anche
tre ergastoli a quelli che per la Procura di Roma sono i capi del
sodalizio: Carmine Spada, detto Romoletto, Roberto Spada, già
condannato per la vicenda della testata ad un giornalista della
Rai, e Ottavio Spada, detto Marco. In totale i giudici, hanno
disposto condanne per complessivi 147 anni di carcere e assolto 7
imputati. Lo stampo mafioso, si legge nelle motivazioni, e’
“rafforzato oltre che dai legami con Cosa Nostra siciliana anche
dalla presenza di alcune tipiche connotazione dei contesti
mafiosi come il rispetto dovuto ai capi e in genere tra gli
associati e nei confronti dei membri delle famiglie alleate”.
“È palese che il sodalizio rivesta indiscutibile stabilita’ e
durevolezza – scrivono i giudici – stante l’ampio arco temporale
del dispiegarsi delle sistematiche condotte di spoliazione,
violenza, infiltrazione, intimidazione e presenti una solida
organizzazione”. Una struttura criminale in cui “c’era una
distribuzione dei ruoli e dei settori di competenza piuttosto
definita con la presenza anche di batterie, una accurata
copertura dei soggetti al vertice che solo raramente intervengono
sul campo”. Gli Spada, scrivono i giudici, possono contare su
“una capillare infiltrazione anche nei settori
dell’amministrazione della polizia, nei vertici del municipio di
Ostia. Una infiltrazione tale da assicurare una presenza di
informatori anche presso la struttura ospedaliera del Grassi come
emerso dai timori riferiti da soggetti attinti da lesioni che
hanno preferito non sottoporsi alle cure. Una struttura anche di
controllo, atta da assicurare un flusso continuo e puntuale di
introiti illeciti”.

ostia-maxiprocesso-clan-spada-tre-ergastoli-awypv

(fonte foto: rtl.it)

Categorie:Sociale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: