VIRUS CINA: STARBUCKS CHIUDE PIU’ DI 2.000 COFFEE SHOP IN CINA (2)


(Adnkronos/Europa Press) – “Al momento non possiamo ragionevolmente
stimare l’impatto sul business”, ha dichiarato Grismer, rilevando che
la Cina ha rappresentato circa il 10% dei ricavi globali della società
nel primo trimestre dell’anno, per cui ha anticipato che “questi
eventi avranno un impatto significativo sul segmento internazionale e
sui risultati consolidati del secondo trimestre e dell’intero
esercizio”.

Tuttavia, secondo i dati attuali, il Cfo di Starbucks ha espresso la
fiducia che “l’impatto sul business sarà temporaneo. Il nostro marchio
è molto forte in Cina e la nostra fiducia nella redditività e nel
potenziale di crescita di questo business non è diminuita”, ha
aggiunto.

La multinazionale ha inoltre comunicato che tra ottobre e dicembre
2019, il primo trimestre dell’anno fiscale, ha ottenuto un utile netto
di 885,7 milioni di dollari, con un incremento del 16,4% rispetto allo
stesso periodo dell’anno scorso. Le vendite di Starbucks nel primo
trimestre sono state pari a 7.097,1 milioni di dollari Usa (6.449
milioni di euro), in crescita del 7% rispetto all’anno precedente.

_110686301_gettyimages-1181029745

(Fonte Foto: BBC.com)

Categorie:Sociale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: