La buona separazione


Dr. ssa Alessia Micoli

Psicologa

Quando viene interrotto un legame il diritto riconosce che la libertà ed il benessere personale divengano valori universali, non prendendo in considerazione i risvolti emotivi che comporta la separazione della coppia.

Il primo che si occupò di separazione e divorzio nella complessità psicologica fu P. Bohannan, il quale parlò di “sei gradi”: emozionale, legale, economico, comunitario, genitoriale e psicologico.

Purtroppo quando arriva la notizia della separazione suscita delle reazioni di tristezza, angoscia ma a volte liberazione, in special modo nelle famiglie ove regna il conflitto.

È divenuto molto difficile riuscire a valutare l’impatto della separazione sui figli, perché sono i primi a doversi adattare ad una nuova situazione, ad un cambio repentino di vita, in cui molte volte vengono catapultati in famiglie allargate.

La separazione della coppia insegna ai figli che le relazioni sono fragili e che a volte vi sono situazioni che possono sfuggire al controllo.

Diviene fondamentale l’atteggiamento ed il comportamento dei genitori nei confronti dei figli, se continueranno il conflitto dopo la separazione i figli potrebbero sperare e decidere di divenire, in futuro, il contrario dei propri genitori.

I genitori dovrebbero fare in modo di evitare lo stress prolungato, dovrebbero cercare di deporre le armi per il bene di chi ha avuto il ruolo di solo spettatore.

Assumere un tale atteggiamento è molto difficile, specialmente se vi sono divisioni di proprietà, richiesta eccessiva di alimenti, scadenze delle visite non in accordo, intervento dei Servizi Sociali.

Ma è importante che si riesca a mettere al centro dell’interesse, il figlio; è molto importante far capire che sulle decisioni papà e mamma presentano un fronte unito; i genitori devono essere presenti agli eventi importanti dei loro figli: il compleanno, le recite, le gare sportive, il diploma, la laurea, la Comunione, il matrimonio.

Nei casi delle famiglie allargate, il genitore dovrà far capire che la figura centrale della propria vita sarà sempre il figlio, dovrà rispettare i tempi di questo nell’accogliere nuove persone nella propria vita.

2fec055f-cc4f-4190-afde-194082e55ce5.jpg

Categorie:Sociale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: