Lo stalking: un fenomeno dietro la porta


Di sovente ci interroghiamo sul motivo per il quale una persona che ha assunto un atteggiamento normale arriva ad assumere comportamenti abnormi tali da mettere a repentaglio la vita di un’altra persona, se non addirittura a toglierla.
Al giorno d’oggi parlare di stalking significa parlare di storie d’amore finite in tragedia, innamoramenti mutati in pedinamenti, in gelosia esasperata.
Difatti questo fenomeno è in stretta relazione tra un rapporto tra un uomo ed una donna e la sua degenerazione, che socia in compulsività, in ossessione, in patologie ed in reati.
Ogni individuo che ha avuto a che fare con un rapporto amoroso è entrato in relazione con dei sentimenti avversi, ovvero con la gelosia, con la possessività e con la paura di perdere l’altro.
Tutti, durante l’arco della vita, sono saliti sul palcoscenico dell’innamoramento; un individuo innamorato mette in atto tutti i comportamenti e gli atteggiamenti di uno stalker ma in maniera positiva e soprattutto con l’interesse ed il rispetto.
Purtroppo molti individui non reggono la sofferenza per la fine di un rapporto, soffrono in maniera atroce per il rifiuto della persona corteggiata ed ammirata e questo scatena reazioni abnormi in soggetti labili.
L’incapacità del prendere atto che una relazione è terminata è una condizione lacerante che molte persone non riescono a superare e spesso scattano dei meccanismi di controllo sulla persona che ha posto in essere il rifiuto.
Ed ecco che si assiste alla nascita di atteggiamenti nuovi: pedinamenti, sorveglianza, invasione, violazione della privacy, furti, intrusione in casa, invadenza, coercizione, costrizione con la forza fisica, aggressione, violenza sessuale ed omicidio.
Il fenomeno dello stalking non è un fenomeno omogeneo, risulta molto laborioso.
L’unica forma di prevenzione e di contrasto è riuscire a parlare, a confidarsi, a trovare uno psicologo con il quale poter riuscire ad aprirsi e a farsi aiutare.

Dr. ssa Alessia Micoli, Psicologa Criminologa

b2893943-d31a-4f50-9cea-20828655c47e

 

Categorie:Sociale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: