*CALCATA 4.O* Una nuova storia di resistenza e disobbedienza  *Premio Giornalismo Digitale*, a cura della ‘Rete NoBavaglio – Liberi di essere informati’  Sabato 4 e domenica 5 maggio 2019 – Calcata (Viterbo)

Il Premio ideato dalla Rete NoBavaglio  intende valorizzare il racconto diverso delle realtà sociali, in particolare a Roma e nel Lazio, legate ai grandi temi dell’immigrazione, delle nuove povertà e delle esperienze di mutualismo e di sfida alle nuove forme di autoritarismo.

Saranno premiate tre inchieste giornalistiche che si sono distinte nell’affrontare tematiche legate alla lotta alle diseguaglianze, all’inclusione sociale, alla difesa dell’ambiente, alla resistenza e disobbedienza civile.

Per la selezione dei lavori, curata dalla Rete NoBavaglio in collaborazione con Castelnuovo Fotografia e CiviTonica, è stata creata  un’apposita giuria formata da esperti del settore e da personalità della cultura, tra i quali l’urbanista Paolo *Portoghesi*,
Enrica *Scalfari* direttrice di Agf,
Pietro *Suber* giornalista Mediaset e responsabile Carta di Roma,
Marino *Bisso* giornalista La Repubblica e Rete NoBavaglio,
Elisabetta *Portoghese* direttrice artistica ‘Castelnuovo Fotografia’,
Carlo *Picozza* Ordine dei Giornalisti del Lazio,
Valerio *Piccioni*  giornalista Gazzetta dello Sport e promotore della ‘Corsa di Miguel’,
Ugo *Baldi* giornalista Il Messaggero,
Cristina *Pantaleoni* responsabile di ‘GVpress – Associazione italiana dei giornalisti-videomaker’,
Famiano *Crucianelli* presidente Bio distretto della Via Amerina,
Ivano *Maiorella* direttore Giornale Radio Sociale,
Roberto *Pagano* giornalista Forum Terzo Settore del Lazio e altre testate
Alessia *Marani* giornalista Il Messaggero,
Giuseppe *De Marzo* responsabile Politiche sociali Libera e Rete dei Numeri Pari, Vincenzo *Vita* presidente Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico-AAMOD,
Daniele *Macheda* giornalista Rai News 24
Vanessa Losurdo responsabile Civitonica

La premiazione, con la proiezione dei tre lavori scelti, si svolgerà sabato 4 maggio 2019 alle 17 Ex Granaio  nel borgo medievale di Calcata (VT).

Nella stessa giornata si svolgerà la mostra fotografica ‘Calcata, una storia di disobbedienza’.

Domenica 5 maggio ore 16 nell’ex Granaio
proiezione “1938  Quando scoprimmo di non essere più  litaliani” di Pietro Suber con l’autore e Carlo Picozza

Ore 17.30  Ex Granaio:
L’ultimo scatto, il caso Matteotti,  intervengono Italo Arcuri, autore de ‘Il corpo di Matteotti’, Tano D’amico Paolo Grassini, Marino Bisso. Sarà proiettata la video inchiesta su Matteotti e la pista delle tangenti nere realizzata dal regista Paolo Grassini e Stefano Moser. Modera Carlo Picozza

Durante le due giornate sono previsti spazi tematici a cura  della Cgil Camere del lavoro di Civita Castellana e Spi Cgil lega valle del Tevere – Veio; dell’Anpi di Civita Castellana e sezione Matteotti – Rete Flaminia Tiberina.  E inoltre: “I Love Leggere, Libri liberi x tutti” a cura della Rete NoBavaglio e  workshop e con apparecchiature e strumentazioni legate alla produzione digitale video e fotografica.

La manifestazione si svolge con il patrocinio del Comune di Calcata (VT)

CALCATA UNA NUOVA STORIA DI RESISTENZA E DISOBBEDIENZA / Calcata, a story of disobedience

*Per info e segnalazioni

E-MAIL : Calcata4.0@libero.it

IMG_0788 (2)

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...