MIGRANTI, CARA, CASTELNUOVO DI PORTO, SOLIDARIETA’ – Danese (Forum Terzo Settore Lazio): resta dissenso blitz, importante legalità e umanità, bene accordo per famiglie con bambini per accoglienza diffusa

terzo

Danese (Forum Terzo Settore Lazio): resta dissenso blitz, importante legalità e umanità, bene accordo per famiglie con bambini per accoglienza diffusa.
Resta il grave dissenso per modalità chiusura del Cara di Castelnuovo di Porto, per il vero e proprio blitz, per le procedure adottate e preoccupazione per situazione dei trasferiti

“Mentre proseguono le operazioni di sgombero del Cara di Castelnuovo di Porto – che molto probabilmente aveva avuto degli aspetti di difficoltà generale, ma che comunque, il cui generale sistema e ‘modello’ di accoglienza realizzato in Italia non condividiamo -, registriamo positivamente almeno la soluzione adottata in collaborazione con la Prefettura per la sorte delle famiglie con figli che andavano a scuola, il tutto confidando sulla piena solidarietà locale, dei cittadini. Apprezziamo anche che la Prefettura abbia informato i Comuni dei bandi del Fondo Fami, per poter assistere con apposita dotazione Ue coloro che sono sotto protezione umanitaria.”

Così in una nota Francesca Danese, portavoce del Forum Terzo Settore del Lazio, l’organismo e parte sociale che rappresenta tutto il mondo del Volontariato, dell’Associazionismo e della Cooperazione sociale con le sue grandi centrali e reti, e che coinvolge oltre un milione di persone nel Lazio.

“Resta il grave dissenso per le modalità non accettabili con cui si sta attuando la chiusura del Cara di Castelnuovo di Porto. Un vero e proprio blitz che non ha lasciato spazio all’umanità e spezzando la rete minima di relazioni che si era riusciti a tessere. Esprimiamo grande preoccupazione per le procedure adottate e per la situazione incerta dei trasferiti, alcuni dei quali pare che si siano già allontanati e lasciati al loro destino, così come delle persone che collaboravano con il Centro, delle quali comunque si sta interloquendo con il Ministero dello Sviluppo economico.
Grazie alla task force tra l’amministrazione Travaglini – particolarmente attenta -, la Regione Lazio e l’Asl RM4 e una collaborazione diffusa da parte della cittadinanza, della cooperazione sociale, dei tanti volontari si è riusciti a mantenere comunque tranquilla una situazione generale non semplice.

Condividiamo quanto ha detto il Procuratore generale della Corte d’Appello di Roma, Giovanni Salvi, in apertura dell’anno giudiziario: ‘Legalità non è solo repressione, ma anche comprendere la complessità della questione migratoria’. Noi, come Forum Terzo Settore Lazio diciamo nettamente sì alla legalità, ma anche umanità e rispetto della soglia minima dei diritti”, ha concluso la portavoce Francesca Danese.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...