Rifiuti: Pontinia sommersa dal compost

Come sempre la verità è ben più articolata di quella che appare. Se infatti la cronaca di questi giorni presenta la crisi dei rifiuti come rientrata, la realtà sembrerebbe altra.

Perché se è vero che l’impianto Rida Ambiente di Aprilia è rimasto chiuso solo tre giorni e poi ha riaperto a seguito dell’ordinanza della Provincia, non è vero che tutto sia tornato come prima. A Rida Ambiente infatti non viene più conferito il rifiuto 200108 (ossia l’organico) ma sono molti di meno anche quei Comuni che vanno a sversare nell’impianto di Fabio Altissimi. Per quanto riguarda l’organico questo è conseguenza della diffida della Regione Lazio ma soprattutto dell’ordinanza di riapertura della Provincia che espressamente ha previsto la raccolta, presso Rida, dei soli rifiuti indifferenziati. Il secondo dato (diminuzione degli sversamenti in Rida) è invece conseguenza della scelta (indirizzata dalla stessa Regione che aveva scritto a tutti i Comuni  dopo la  decisione di Rida di chiudere i battenti) di sversare a Viterbo  dove esiste un altro impianto simile a quello di Rida.

Ebbene si dirà: guadagnano due imprese (Viterbo e la Sep di Pontinia dove ora viene sversato tutto l’umido) perché scriverne un articolo? E’ semplice concorrenza e non ha conseguenze se non quelle che riguardano gli attori di questo complesso scacchiere.

Invece no: le conseguenze paiono già palesarsi. Prima di tutto quei Comuni che hanno deciso di sversare a Viterbo stanno spendendo di più per il trasporto (e questo si tradurrà quasi certamente in un aumento nella bolletta). Ma soprattutto l’aumento vertiginoso dell’umido sversato a Pontinia si starebbe  “percependo”,  con l’aria attorno all’impianto che  viene descritta ormai come irrespirabile da alcuni cittadini residenti nei pressi dell’impianto.

Occorre ribadire come l’impianto di Pontinia, per dovere di cronaca, sia non solo autorizzato ma anche strutturato per accogliere una mole di rifiuti organici come quelli che sta ricevendo in questi giorni. Eppure la scelta di bloccare il conferimento dell’organico in Rida dei problemi, almeno al naso dei residenti, lo sta creando e nello stesso tempo rischia anche di modificare la qualità del rifiuto che Rida produce e che poi avvia in discarica. Il procedimento di trattamento di Rida  prevede infatti una certa dose di rifiuto organico  da utilizzare nel procedimento che dà poi vita a un rifiuto  rispettoso della normativa per il conferimento in discarica.

A prima vista la scelta della Regione Lazio, a firma della dirigente di settore Tosini, appare  quantomeno affrettata e sulla carta sembra avvantaggiare solo due imprese (quella gestente l’impianto di Viterbo e quella di Pontinia che fa capo a Vittorio Ugolini) e far rimettere un po’ tutti, Comuni e cittadini in primis .

La situazione è molto complessa, con il settore in perenne crisi. Una realtà che poggia su un equilibrio instabile dove la movimentazione di una piccola casella fa modificare tutto lo scacchiere, con ogni casella che, però, vale di solito milioni di euro. Il problema è che a muovere le caselle sono spesso le stesse parti in gioco: a far notare come Rida avesse iniziato a raccogliere rifiuti organici (senza però produrre compost) fu proprio Sep, che quei rifiuti tratta e che secondo rumors vedrebbe ruotare nella propria sfera di interessi una figura che di rifiuti certo ne sa tanto e con i rifiuti è rimasta però scottata, ossia Luca Fegatelli, ex dirigente del settore rifiuti della Regione Lazio rimasto coinvolto nel processo rinominato “cerrononopoli” e nominato con Zingaretti direttore del settore infrastrutture, ambiente e politica abitativa.

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...